Una Papera per amica

LAMPEDUSA (Agrigento) – È di nuovo emergenza a Lampedusa dove in nottata, nel giro di poche ore, sono approdati complessivamente undici barconi, per un numero complessivo di oltre mille migranti. Ed un altra imbarcazione con un centinaio di persone è già stata avvistata al largo dell’isola e i migranti in giornata dovrebbero superare i mille. Dopo i tre sbarchi avvenuti poco prima di mezzanotte, con 250 persone, si sono susseguiti gli arrivi a ritmo continuo. Il più consistente è stato registrato alle 0.50, con 187 extracomunitari stipati su un solo barcone. Altri 12 sono stati bloccati direttamente a terra. Tutti gli immigrati sono stati trasferiti nel Centro di prima accoglienza di contrada Imbriacola dove in questo momento si trovano oltre un migliaio di migranti, ben oltre la capienza di 850 persone.

Arrivi continui. Dopo l’ondata notturna, anche questa mattina è continuato l’arrivo di migranti. Un nuovo barcone con immigrati nordafricani è stato avvistato a circa 3 miglia dalle coste di Lampedusa dal motopesca Poseidon. La conferma arriva anche dalla Capitaneria di porto di Palermo e da un velivolo della Guardia di finanza, un Atr 42, in volo di perlustrazione nel Canale di Sicilia. A bordo ci sarebbero decine di immigrati ma non si conosce ancora il numero esatto. L’arrivo a Lampedusa è previsto per mezzogiorno circa.

Migranti a Lampedusa e Pantelleria. Sono 48 i migranti appena approdati a Lampedusa sull’ultimo barcone, il dodicesimo nel giro di poche ore. Intanto si registra uno sbarco anche a Pantelleria, dove sette extracomunitari sono stati bloccati a terra dai carabinieri subito dopo essere sbarcati.

Il sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis, ieri ha chiamato il ministro dell’Interno Roberto Maroni il quale ha assicurato che oggi riprenderà il ponte aereo con l’isola per trasferire al più presto i profughi verso altri Cpt italiani. Anche perchè gli sbarchi sembrano destinati a proseguire anche durante le giornata. Domani è prevista la visita del prefetto di Palermo Giuseppe Caruso.

In Tunisia pronti decine di barconi. Dopo una notte di fermento e via vai, sono stati tra i 300 e i 400 gli uomini che nelle prime ore del mattino di oggi sono riusciti ad imbarcarsi al porto tunisino di Zarzis e prendere il largo diretti in Italia. Auto e camion pieni di ragazzi pronti a partire sono giunti al porto dove molti di loro hanno acquistato per 2500 dinari (1400 euro, questo l’attuale prezzo di mercato) il loro “biglietto per una vita nuova”. Le adesioni si raccolgono al bar dove da giorni si aggirano persone che prendono nomi e compilano liste.

A decine i ragazzi arrivano sulla spiaggia al buio a fari spenti in attesa che i controlli dell’esercito si allentino e potersi così imbarcare sulle piccole barche necessarie per raggiungere le quattro più grandi imbarcazioni che aspettano al largo. La traversata fino a Lampedusa dura tra le 10 e le 12 ore, in particolare adesso che il mare è tornato molto calmo. Con l’alzarsi del sole, al mattino al porto di Zarzis non si vede più quasi nessuno: chi ce l’ha fatta è partito, chi resta aspetta in macchina e conta i soldi.

Anzichè pensare al petrolio aiutiamoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: